Marco Sollini – Salvatore Barbatano – Orchestra Sinfonica del Festival

Marco Sollini – Salvatore Barbatano – Orchestra Sinfonica del Festival

    06 Luglio 2013
  • Fermo

  • Chiesa di San Domenico
  • 21:15
  • MARCO SOLLINI pianoforte
  • SALVATORE BARBATANO pianoforte
  • ORCHESTRA SINFONICA DEL FESTIVALDANIELE GIULIO MOLES direttore

PROGRAMMA

Wolfgang Amadeus MOZART (1756 -1791)

Concerto per due pianoforti ed orchestra K. 365 in mi bemolle maggiore

  • Allegro
  • Andante
  • Rondeau. Allegro

Francis POULENC (1899 -1963)

Concerto per due pianoforti ed orchestra in re minore

  • Allegro ma non troppo
  • Larghetto
  • Finale. Allegro Molto


INTERVALLO

Wolfgang Amadeus MOZART (1756 –1791)

Sinfonia n. 40 K. 550 in sol minore

  • Molto allegro
  • Andante
  • Minuetto e Trio. Allegretto
  • Finale. Allegro assai

barbatano-solliniIl Duo Sollini-Barbatano vede la collaborazione artistica tra Marco Sollini, pianista dalla ricca carriera internazionale e con numerose esperienze che vanno dall’attività solistica a collaborazioni cameristiche con musicisti di chiara fama quali Bruno Canino, Antonio Ballista, Alain Meunier, Elena Zaniboni, Quartetto della Scala, Quartetto di Cremona e molti altri, e Salvatore Barbatano, giovane artista distintosi per brillanti prerogative e profonda sensibilità musicale, seguite e sviluppate dallo stesso Sollini quale suo maestro degli ultimi anni.

Il Duo Sollini-Barbatano affronta sia pagine del repertorio per pianoforte a 4 mani che significative opere per due pianoforti. Si è esibito in Italia ed all’estero per importanti associazioni e festival, tra i quali lo Schouwburg Festival di Jakarta, l’International Music Festival of Santorini (Grecia), l’Ass. Amici della Filarmonica di Oslo, la Kursaal di Bad Wildbad (Germania), il Teatro Politeama per l’Associazione Siciliana Amici della Musica di Palermo, la Stagione Concerstica “Appassionata” del Teatro Lauro Rossi di Macerata.

Ha effettuato una registrazione per Radio Vaticana con pagine di Cilea, Leoncavallo e Mascagni, del quale ha eseguito la grande Sinfonia in fa maggiore, di cui Sollini ne ha curato la stessa pubblicazione per la Boccaccini & Spada Editori, diffusa poi nel circuito internazionale di Euroradio.

Altre registrazioni del Duo sono state trasmesse da Rai Radiotre e nel loro repertorio figurano anche il Concerto per due pianoforti e orchestra K. 365 di W.A.Mozart, l’integrale dei Concerti di Johann Sebastian Bach per due pianoforti e orchestra, incisi per la prestigiosa rivista AMADEUS, eseguiti con L’Orchestra da Camera delle Marche sotto la direzione del M° Francesco D’Avalos, ed anche il Concerto per 3 pianoforti ed orchestra K. 242 “Lodron-Konzert” di W.A. Mozart, con l’orchestra de I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone che si è così espresso: “Salvatore Barbatano, vero pianista mozartiano dal tocco leggero ed affascinante…Marco Sollini, grande poeta della tastiera…”.

Il duo Sollini-Barbatano è stato anche interprete del Carnevale degli animali di Camille Saint-Saëns e del Carnevale napoletano di Patrizio Marrone eseguito, con i Solisti dell’Orchestra da Camera della Campania e Luigi Piovano maestro concertatore, in prima assoluta nell’agosto 2009 e dedicatari dell’opera. Nel 2011 ha eseguito, in prima mondiale assoluta, “Le Mille e una notte” di Patrizio Marrone con Ugo Pagliai e Paola Gassman quali voci recitanti. I due artisti fondono la loro esperienza musicale anche nella conduzione del festival cameristico “Armonie della sera”, di cui Sollini è ideatore e direttore artistico
e Barbatano è coordinatore artistico.

Il maestro argentino Sergio Calligaris ha scritto e dedicato al duo la sua composizione “Allegro brutale con Pavana” op.55 (2011, ediz. Carisch).
Per la casa discografica Concerto hanno realizzato un Cd con l’integrale delle composizioni per pianoforte a 4 mani di Sergej Rachmaninov. Prossimamente uscirà un Cd con l’integrale della musica pianistica a 2 e 4 mani di Pietro Mascagni.


daniele-giulio-moresNapoletano per nascita e per prima formazione presso il Conservatorio San Pietro a Maiella, prosegue la sua preparazione presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, diplomandosi in Violino con Felix Ayo ed in Direzione d’Orchestra con Bruno Aprea.

Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento in Italia ed all’estero, con F. Ferrara, A. Galliera, A.Francis, Y. Temirkanov, Y. Aronovich, J. Kalmar, K. Kiesler; con D. Renzetti consegue il diploma di perfezionamento in direzione d’orchestra e con M.W. Chung ottiene il diploma di merito presso l’Accademia Musicale Chigiana. Semifinalista ai Concorsi internazionali di Direzione d’Orchestra di Trento “A. Pedrotti”, Roma “F. Ferrara” e di Londra al “D. Flick”; finalista della prima e della terza edizione del Concorso Internazionale di Roma per giovani direttori d’orchestra “F. Capuana” dirigendo il Barbiere di Siviglia di Rossini a Roma ed il Don Giovanni di Mozart a Spoleto; vincitore del 1° premio del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra di Budapest organizzato dal Osterreichisch-Ungarische MeisterKurse für Musik di
Vienna.

È stato assistente di Michel Plasson, di John Neschling, di Kristof Penderecky e di John Nelson, con il quale ha collaborato al Teatro dell’Opera di Roma in Les Vêspres Siciliennes di G. Verdi – Te deum di Berlioz – Giulio Cesare di Haendel – Lélio di Berlioz, a Francoforte nella Sinfonia New World di Dvorák, ad Amburgo nello Stabat Mater di Dvorák, a Cleveland ed a Linz nella Sinfonia Fantastica di Berlioz e con l’Ensemble Orchestrale de Paris per diversi concerti registrati per la EMI e la Virgin Classic.

Ha diretto l’Orchestre Nationale du Capitole de Toulouse, l’Orchestra Reina Sofia di Madrid, l’Orchestra della Radiotelevisione di Zagabria, l’Ensemble Orchestrale di Parigi, la Gulbenkian Orchestra di Lisbona, l’Orchestra Sinfonica di Roma e Napoli della Rai, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Internazionale d’Italia, l’Orchestra della Radio di Sofia, la Nuova Orchestra Scarlatti, l’Orchestra Filarmonica Italiana e le finali del “Vendôme Prize” Concorso Internazionale di Pianoforte all’UNESCO di Parigi e del Concorso Internazionale di violino A. Stradivari di Cremona.

In campo operistico ha diretto per il Teatro dell’Opera di Roma Les Pecheurs des Perles di Bizet e Cenerentola di Rossini, al Festival di Martina Franca Amor vuol sofferenza di Leonardo Leo (registrato per Nuova Era), al Teatro Rendano di Cosenza Bohème di Puccini, a Napoli presso il Cortile di Palazzo Reale Le Finte Gemelle di N.Piccinni, al Teatro dell’Aquila di Fermo Le Villi di Puccini (registrato con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana), al Teatro di Ankara Don Carlo di G. Verdi, per la Tulsa Opera in Oklahoma, Stati Uniti, Il Trovatore di G.Verdi, ed in Florida Les Contes d’Hoffmann di J. Offenbach.

Ha inaugurato la stagione di balletto del Giubileo per il Teatro dell’Opera di Roma dirigendo Apollon Musagete di I. Stravinsky e Who Cares? di G. Gershwin. Nel gennaio 2004 ha diretto con l’Orchestra Filarmonica Italiana al Teatro Municipale di Piacenza Il Lago dei Cigni ed in aprile Shakespeare in Danza con il Teatro dell’Opera di Roma. Ai primi di giugno dello stesso anno è stato invitato al Festival di Sintra (Lisbona) con
la Gulbenkian Orchestra che ha diretto nel settembre a Lisbona. Sempre a giugno ha diretto al Teatro dell’Opera di Roma Giselle, con la partecipazione di Roberto Bolle e la direzione artistica di Carla Fracci; in agosto ha diretto alle Terme di Caracalla Il Lago dei Cigni.

Nell’ottobre 2005 dirige i concerti per la pace in Israele (Gerusalemme) e Palestina (Ramallah) ed in dicembre l’Orchestra dell’Arena di Verona. Nel giugno 2006 dirige il Barbiere di Siviglia all’Opera Comique de Paris. Nell’autunno successivo dirige numerosi concerti al NIMUS Festival di Nis (Serbia) con l’Orchestra sinfonica di Nis e della RadioTelevisione di Sofia, cui segue una collaborazione come preparatore nella stagione sinfonica 2006/2007 con l’orchestra del Teatro Comunale di Bologna.

Nell’autunno 2007 ha inaugurato la Stagione della Nuova Orchestra Scarlatti all’Auditorium della RAI di Napoli, dove è ritornato anche nella stagione 2008. È docente di Esercitazioni orchestrali al Conservatorio di Fermo “G. B. Pergolesi”.

Commenta su Facebook

MENU